Il giardino di Re Laurino

Rifugio Paolina – Rifugio Fronza – Via ferrata Santner – Rifugio Vajolet – Passo Cigolade – Rifugio Paolina

Difficoltà: molto difficile (via ferrata!)
Caratteristiche: molto impegnativa
Tempo di cammino: 8 a 12 ore
Lunghezza: 14 km
Dislivello: +/- 2000 m
Punto più alto: Passo Santner 2730 m

Questa bellissima escursione che ha come meta il regno di Re Laurino situato tra la Cima del Catinaccio e le Torri del Vajolet è adatta per tutti coloro che dispongono di una buona condizione fisica, di esperienza nel percorrere vie ferrate e sono adeguatamente equipaggiati. Questo percorso impegnativo parte dal Rifugio Paolina. Si percorre il sentiero n. 552 in direzione nord e successivamente il sentiero n. 549 per arrivare al Rifugio Fronza.
Da qui parte la Via ferrata Santner (seguire l'insegna S) che conduce al così detto giardino di Re Laurino lungo un percorso attrezzato con corde d'acciaio e scalette (equipaggiamento da via ferrata indispensabile!) ed in parte esposto e ripido. Raggiunto il Passo Santner, il punto più alto dell'escursione a quota 2730 m, si passa l'omonimo rifugio e si prosegue verso il Rifugio Re Alberto situato tra le Torri del Vajolet e il Catinaccio seguendo sempre il sentiero n. 542 che conduce al Rifugio Vajolet dopo un ripido tratto finale. Dal rifugio si segue il sentiero n. 541 in direzione sud che porta prima al Passo Cigolade e poi in discesa al Rifugio Roda di Vael. Da qui proseguire verso ovest sul sentiero n. 549 alla volta del Monumento Christomannos e in fine lungo il sentiero n. 539 che conduce al punto di partenza.

Solo per alpinisti esperti e ben allenati! Attenzione ai resti di neve che specialmente ad inizio estate possono coprire le corde d'acciaio!
.



Dall’inverno 2013/14 la nuova cabinovia vi porterà direttamente dal centro di Nova Levante all’area sciistica di Carezza.